Oltre i confini ...in Uruguay

Prima di partire dall’Italia

  • Accertati che il tuo Passaporto sia in corso di validità, almeno ad un anno dalla scadenza
  • Iscriviti al sito de La Farnesina “dove siamo nel mondo” con tutti i dettagli inerenti il volo ed i contatti del paese di origine a cui fare riferimento in caso di emergenza
  • Devi essere in possesso di una carta di credito internazionale
  • Devi essere in possesso di un’assicurazione internazionale di viaggio

Visto

Il cittadino italiano o appartenente all’Unione Europea non necessita di un visto turistico per entrare in Uruguay, beneficia del permesso di soggiorno nel paese per 90 giorni. Quest’ultimo viene concesso in frontiera o all’aeroporto.

Prestazioni sanitarie

Per informazioni sulle prestazioni pensionistiche erogate dall’Uruguay, si consiglia la consultazione delle pubblicazioni presenti al link del BPS – Banco de Previsión Social dell’Istituzione di Sicurezza Sociale uruguayano.

Prima di partire dall’Italia

Accertarsi di avere Passaporto in corso di validità, almeno ad un anno dalla scadenza.

Si consiglia di portare con sé documentazione attestante eventuali professionalità (diplomi, certificati, laurea..).

Visto

Per un visto lavorativo o di studio il cittadino italiano deve richiedere la residenza legale in Uruguay alla Direccion Nacional de Migracion di Montevideo (Misiones 1513, Ciudad Vieja; telefono +598 9160471) presentando i documenti elencati di seguito:

Documenti necessari:

  • passaporto valido almeno 6 mesi
  • modulo di richiesta della residenza legale
  • una foto tessera
  • copia del contratto di lavoro o promessa di assunzione di un’impresa
  • atto notarile in cui si certifica l’esistenza dell’impresa
  • certificato medico di buona salute
  • tagliando di ingresso nel paese rilasciato in frontiera o all’aeroporto
  • certificato penale del paese di cui il richiedente è cittadino e del paese in cui il richiedente ha vissuto negli ultimi 5 anni

Tutti validi?

I documenti italiani validi in Uruguay sono:

  • Carta di identità in corso di validità
  • Patente italiana
  • Passaporto in corso di validità
  • Tessera sanitaria
  • Diplomi ed attestati, necessari qualora si volesse cercare un lavoro o intraprendere un percorso di studi. Questi documenti devono essere convalidati in modo da dimostrare la corrispondenza tra i titoli italiani e quelli uruguayani (vedi Studiare e lavorare).

Prima di partire dall’Italia

Sarebbe opportuno, per un inserimento lavorativo e sociale più semplice, conoscere almeno la lingua spagnola, scritta e parlata (livello A1/A2 del quadro europeo).

Una volta arrivati - Le opportunità

A Montevideo sono disponibili numerosi corsi di lingua spagnola, di diverse tipologie a seconda delle necessità di ciascuno. Un sito internet a cui poter riferimento per la ricerca è il seguente: http://www.languageinternational.es/cursos-espanol-montevideo-23661

I corsi si suddividono in diverse tipologie:

  • Cursos de español generales (Corsi generali di spagnolo): per adulti che desiderano migliorare le loro capacità nell’ascolto, nella lettura e nella scrittura.

 

  • Cursos de verano de español para niños y jóvenes (Corsi estivi di spagnolo per bambini e giovani): indicati per bambini (8 – 12 anni) e per adolescenti (13 a 18 anni)     che danno loro la possibilità di imparare lo spagnolo durante il periodo estivo

 

  • Cursos de español de negocios (Corsi di spagnolo commerciale): ideali per lavoratori che desiderano imparare lo spagnolo per poter intrattenere relazioni commerciali a livello internazionale.

Per scegliere il corso più appropriato alle esigenze di ognuno è necessario completare la finestra in alto a sinistra Encuentra cursos de español en Montevideo, Uruguay ed inserire i vari filtri sulla base delle opzioni offerte.

Una volta inseriti i dati, appariranno in automatico i vari corsi con l’indicazione di:

istituzione organizzatrice del corso, indirizzo, informazioni riguardanti durata e numero di lezioni.

Uno straniero, per poter lavorare in Uruguay, deve richiedere la residenza che differisce a seconda delle necessità: permanente (residenza legale), temporal (temporanea) o Mercosur (residenza che riguarda solamente le persone nate in uno degli stati appartenenti al Mercosur), a seconda delle necessità.

I documenti da presentare per ottenere la residenza sono:

  • fototessere;
  • data esatta di entrata nel paese debitamente certificata;
  • constancia de domicilio (certificato di residenza) emesso dalla seccional policial (questura) corrispondente;
  • documento originale utilizzato per entrare in Uruguay;
  • mezzi di sussistenza, che possono variare a seconda della situazione nella quale si trova il richiedente.

Ad esempio, se il richiedente ha ricevuto un’offerta di lavoro dovrà dimostrare o l’esistenza di tale offerta o l’esistenza di un contratto di lavoro;

  • certificato di salute emesso in Uruguay;
  • certificato di mancanza di antecedenti penali di tutti i paesi nei quali ha vissuto negli ultimi cinque anni;
  • carta d’identità;
  • estratto di matrimonio valido (nel caso in cui il richiedente sia sposato) ed estratti di nascita validi dell’intero nucleo familiare.

Tutti questi documenti dovranno essere presentati  debitamente legalizzati, poi tradotti in spagnolo (se necessario) al Ministerio Relaciones Exteriores di Montevideo. Attenzione! Il tipo di legalizzazione dipende dal paese di provenienza di tali documenti.

Una volta iniziato il tramite, il richiedente è residente in attesa di approvazione,

può quindi lavorare ed iscriversi al BPS (Banco de Previsión Social) e al MTSS (Ministerio de Trabajo y Seguridad Social); ottenuta la carta d’identità uruguayana è inoltre coperto da un’assicurazione sociale, la quale rimarrà provvisoria fino a quando i tramiti di residenza non saranno conclusi.

Ulteriori informazioni

Una volta ottenuta la residenza si può iniziare a cercare un’attività lavorativa.

Uno straniero per poter cercare un lavoro deve innanzitutto mostrare prova di buona salute, di buona condotta e mezzi economici sufficienti; deve però informarsi sui vari impieghi, in quanto non ha possibilità di accesso ad alcune attività come, per esempio, la pesca.

Un’ulteriore pratica da svolgere è convalidare il proprio titolo di studi: il Consiglio di Facoltà verificherà i requisiti di convalida attraverso gli esami corrispondenti ed inoltrerà il tutto al Consiglio Direttivo Centrale. Quando i titoli o i certificati presentati per la convalida verranno accettati, saranno iscritti in un libro speciale denominato Libro de Inscripciones de Títulos y Certificaciones Extranjeras che conterrà il nome dell’aspirante, l’età, il luogo di nascita ed una copia del titolo.

A riguardo, si possono trovare maggiori informazioni nel sito dell’Istruzione in Argentina, che fa riferimento anche a Cile, Paraguay ed Uruguay

Tramite i seguenti siti internet è possibile effettuare ricerche di impiego:

In Uruguay sono presenti servizi pubblici di impiego denominati CEPEs “Centros Publicos de Empleo del Ministerio de Trabajo Y Seguridad Social”:

http://www.mtss.gub.uy/web/mtss/centros-publicos-de-empleo

http://viatrabajo.mtss.gub.uy/cepes/

Il Ministero del lavoro uruguayano mette inoltre a disposizione una guida online per la ricerca di lavoro.

Un lavoratore dipendente può desumere tutte le informazioni circa i contratti di lavoro, i documenti necessari e gli stipendi medi per tipologie di contratto dai siti internet del Ministerio del trabajo y seguridad social (la normativa) e del Ministerio de Relaciones Exteriores (mree.gub.uy):

https://www.mtss.gub.uy/web/mtss/

http://www.mrree.gub.uy/frontend/

http://www.bps.gub.uy/bps/file/12084/1/ley15021-convenio-internacional-de-seguridad-social-uruguay-italia.pdf

http://www.ine.gub.uy/web/guest/ims-indice-medio-de-salarios

Gli stranieri che lavorano in Uruguay devono pagare alla previdenza sociale lo stesso contributo previsto per i cittadini uruguayani. L’esercizio di un’attività remunerata implica l’iscrizione obbligatoria al Banco de Previsión Social (BPS). Ulteriori informazioni sono presenti nel seguente articolo:

http://www.elpais.com.uy/economia-y-mercado/extranjeros-trabajando-uruguay-empresas.html

I lavoratori hanno diritto alle seguenti prestazioni:

  • Sussidio per disoccupazione forzata (decreto legge 15.1803 e legge 18399)
  • Diritto all’assistenza medica del lavoratore e dei suoi figli, sussidio nel caso di infermità comune (decreto legge 14.407 e modifiche; legge 18.211)
  • Diritto alla licenza per maternità ed assegnazioni familiari (decreto legge 15.084 e modifiche; legge 18.277). L’ammontare mensile verrà stabilito a seconda del numero di minori, al livello educativo e alla presenza o meno di invalidità
  • Copertura medica e sussidi nel caso di incidenti sul lavoro ed infermità professionali (Legge 16.074)
  • Copertura per invalidità, vecchiaia, attraverso il sistema pensionistico (Legge 16.713 e modifiche)

L’Uruguay si distingue a livello internazionale per essere un paese stabile con il quale intraprendere attività commerciali e nel quale investire, sono scarse le restrizioni finanziarie e bancarie.

Il Paese offre una ricca gamma di servizi competitivi, il suo mercato è esteso al MERCOSUR.

Il Ministerio de Relaciones Exteriores si occupa degli interessi privati e pubblici in tutti i settori dell’economia.

Siti internet utili dove trovare ulteriori informazioni sono:

http://www.mrree.gub.uy/frontend/page?1,inicio,hacer-negocios-en-uruguay,O,es,0,

http://www.mrree.gub.uy/frontend/page?1,DIPCIPublico,DIPCIpubNoticias,O,es,0,

Anche per un lavoratore dipendente l’esercizio di un’attività remunerata implica l’iscrizione obbligatoria al Banco de Previsión Social (BPS). I lavorati hanno diritto alle seguenti prestazioni:

  • Sussidio per disoccupazione forzata (decreto legge 15.1803 e legge 18399)
  • Diritto all’assistenza medica del lavoratore e dei suoi figli, sussidio nel caso di infermità comune (decreto legge 14.407 e modifiche; legge 18.211)
  • Diritto alla licenza per maternità ed assegnazioni familiari (decreto legge 15.084 e modifiche; legge 18.277). L’ammontare mensile verrà stabilito a seconda del numero di minori, al livello educativo e alla presenza o meno di invalidità
  • Copertura medica e sussidi nel caso di incidenti sul lavoro ed infermità professionali (Legge 16.074)
  • Copertura per invalidità, vecchiaia, attraverso il sistema pensionistico (Legge 16.713 e modifiche)

Studenti

Il sistema universitario uruguayano dura quattro anni, alcune facoltà hanno durata maggiore e prevedono un’ulteriore specializzazione.

Nelle università pubbliche il sistema educativo è gratuito; sono altresì presenti facoltà private a pagamento.

È possibile svolgere una carriera post laurea, diversa a seconda del tipo di percorso che si intende seguire: doctorado, maestría, especialización.

L’anno accademico uruguayano inizia in marzo e termina in novembre.

Informazioni aggiuntive circa le possibilità ed i requisiti per uno studente straniero sono consultabili ai seguenti siti:

Studenti lavoratori

Di seguito alcuni link utili qualora uno studente volesse informazioni circa documentazione necessaria ed esempi di stipendi medi per tipologie di contratto:

http://estudiantes.gub.uy/

http://www.mtss.gub.uy/web/mtss/consejos-de-salarios;jsessionid=3D7EF20637F9CC1731A3671844697FFF

Un dato importante è il Derecho Laboral Uruguayo che fa riferimento al diritto lavorativo uruguayano: hanno diritto a licenze speciali gli studenti lavoratori in imprese private che studiano in Istituti pubblici o privati, abilitati dal Ministerio de Educación y cultura.

Possono prendere come minimo di permesso 6, 9 o 12 giorni annualmente (compreso il giorno dell’esame e quello di revisione della prova).

Coloro che lavorano fino a 36 ore settimanali: 6 giorni

Coloro che lavorano più di 36 ore settimanali e meno di 48 ore settimanali: 9 giorni

Coloro che lavorano 48 ore settimanali: 12 giorni

Uno dei requisiti principali per ottenere il permesso è che lo studente abbia lavorato più di 6 mesi nell’impresa.
Inoltre l’impiegato deve giustificare in anticipo, attraverso un certificato spedito tramite l’Istituto dove svolge i propri studi di:

  • essere iscritto al corso
  • aver sostenuto gli esami
  • passare almeno un esame per anno

Nel caso lo studente non giustificasse di aver sostenuto le prove o gli esami, perderebbe il diritto di richiedere nuovamente la licenza per studio per un anno, con un taglio del salario per i giorni richiesti. A coloro che non passano una materia o un corso per anno, viene sospeso l’esercizio del diritto nell’anno seguente; tale diritto verrà rinnovato l’anno seguente.

Per affittare o comprare un alloggio si può fare riferimento ai seguenti siti:

Per quanto riguarda l’affitto, una delle difficoltà che si possono presentare durante la ricerca è data dal fatto che molte case non sono ammobiliate.

Inoltre non è facile stipulare un contratto della durata minore di un anno e solitamente (sia per affitti di lunga durata che di breve) viene richiesta una garanzia che può essere di diversi tipi:

  • Garantia ANDA
  • Deposito bancario (quasi sempre di 5 mesi)
  • Porto seguro
  • Garantia immobiliaria

La maggior parte dei contratti di affitto viene stipulata attraverso agenzie immobiliari, che solitamente richiedono l’equivalente di una mensilità di affitto.

Montevideo è costituita da numerosi quartieri (barrios), ognuno con le proprie caratteristiche.

Vi sono quartieri di alto livello, residenziali dove si trovano abitazioni ad affitti

elevati. Questi ultimi sono: Punta Carretas, Pocitos, Buceo, Malvín, Punta Gorda e Carrasco; si affacciano sulla zona costiera montevideana, la Rambla, di grande interesse turistico.

L’affitto di appartamento in edifici condominiali prevede il pagamento di gastos comunes, ossia le spese mensili comuni all’intero edificio che comprendono: ascensore, luce degli spazi comuni, pulizia scale e ambienti comuni e acqua. Queste spese possono variare da condominio a condominio, si consiglia di chiedere se sono comprese o meno nell’affitto.

Tra i quartieri più accessibili da un punto di vista economico, invece, si distinguono Ciudad Vieja, Centro, Barrio Sur, Palermo, Parque Rodó.

Ciudad Vieja é il quartiere più antico della città, nonché il più famoso e frequentato dai turisti. È sede di numerose imprese, uffici statali, banche, musei, gallerie d’arte e centri culturali. E’ anche conosciuto per la sua vita notturna, però è considerato pericoloso camminarvi da soli di notte. Per questo motivo è sconsigliato vivere in questa zona.

La copertura medica viene garantita sia tramite le Istituzioni pubbliche che quelle private, in generale sono entrambe di buon livello.

Se la persona non lavora deve fare richiesta al Ministero della Salute Pubblica affinché gli venga data una tessera sanitaria, e’ gratuita solo in determinate condizioni economiche.

Qualora invece la persona optasse per un’assistenza privata, ogni istituzione ha i suoi particolari requisiti.

Per le emergenze sono presenti numerose ambulanze per le strade.

Per quanto riguarda i medici di base, si possono trovare informazioni nel sito dell’Ambasciata italiana di Montevideo: tutti i riferimenti alla voce “servizi consolari”.

La moneta ufficiale dell’Uruguay è il Peso Uruguayano.

Di seguito le corrispondenze tra i valori di Pesos, Euro e Dollaro:

  • 1 € (EUR) = 30,18 $ (UYU)
  • 1 $ (USD) = 27,98 $ (UYU)

Dal punto di vista gastronomico, l’Uruguay è famoso per: carne alla griglia, empanadas, salumi, formaggi, dolci di vario genere (in particolare alfajores e dulce de leche).

Notevole è l’influenza italiana, visibile nella diffusione di determinate pietanze come: mozzarella, pizza, fainá, quest’ultima deriva dalla farinata ligure.

Una bevanda locale molto tipica è il mate, una sorta di the che viene sorseggiato in qualsiasi periodo dell’anno.

Al ristorante

A Montevideo sono presenti ristoranti di diverse tipologie, solitamente la prenotazione non è necessaria.

È molto diffusa anche la cucina da asporto.

Alcuni esempi dei prezzi più diffusi in bar e ristoranti del Paese.

Al supermercato

  • Un kg di pane: 54 pesos
  • Un litro di latte: 26 pesos
  • 1 kg di mele: 69 pesos
  • 1 kg di patate: 51 pesos
  • Una dozzina di uova: 79 pesos

Trasporti

Il sistema di trasporti uruguayano è essenzialmente basato sugli autobus locali, circolanti 24h su 24. E’ possibile effettuare un abbonamento (STM): caricando la carta con 150 pesos si riescono a fare più o meno 5 viaggi, la validità del biglietto è di un’ora.

Un abbonamento mensile costa circa 1200 pesos.

Qualora non fosse possibile prendere un autobus, per la notte è vivamente consigliato l’utilizzo di taxi, le tariffe sono abbordabili (un’ora di tragitto 320 pesos circa).

Tempo libero

Un abbonamento mensile in palestra: 1500 pesos

Un biglietto per uno spettacolo al cinema: 250 pesos

Con noi, Patronato Acli

Presso la nostra sede di Montevideo possiamo offrire supporto ed informazioni utili per vivere in Uruguay.

Vi aspettiamo in Calle Estero Bellaco 2708.

Contatti:

tel. (+598) 2480 0885, (+598) 2480 3352

e-mail: montevideo@patronato.acli.it