Pensioni anticipate e prestazioni a sostegno del reddito: cosa cambia?

L’INPS rivede i meccanismi di compatibilità tra le varie tipologie di pensionamento anticipato come quota100, Opzione Donna, Precoci, e le prestazioni a sostegno del reddito, pensiamo a indennità NASPI e indennità di Mobilità. L’introduzione di nuove possibilità di pensionamento anticipato, come ad esempio “Quota 100”, richiedibile, nel triennio 2019-2021, con il requisito anagrafico di 62 …

Pensione di vecchiaia: con 15 anni di contributi si può grazie alla deroga Amato

Nonostante in Italia negli ultimi anni si siano susseguite diverse riforme previdenziali che hanno inasprito i requisiti minimi per accedere alla pensione, una deroga però è rimasta in vigore: la deroga della “Legge Amato”, che permette di pensionarsi con soli 15 anni di contributi, ossia con 5 anni di contributi in meni rispetto al requisito ordinario. Andando nel …

Ferie: cosa succede se il lavoratore si ammala o se viene richiamato in servizio?

Le ferie sono un diritto del lavoratore, un momento dell’anno fondamentale per recuperare energie e trascorrere del tempo con i propri cari. Eppure esistono degli eventi che possono accadere durante il periodo di vacanze che ne interrompono lo svolgimento, in particolare il richiamo in servizio e la malattia. Il richiamo del lavoratore in servizio è …

Ferie: chi stabilisce il periodo? Se non si fanno possono essere monetizzate?

Le ferie sono un diritto irrinunciabile del lavoratore e, a parte alcune eccezioni, non possono mai essere monetizzate. Infatti il datore di lavoro deve consentire al lavoratore di godere delle ferie, può stabilirne il periodo, ma mai può proporre una loro monetizzazione. Il numero di giorni di vacanze è stabilito per legge e dai contratti …

Assegno al nucleo familiare: quali sono i redditi da non dichiarare?

Da quest’anno la richiesta dell’Assegno al nucleo familiare non viene più fatta tramite il datore di lavoro, che continuerà a liquidare la prestazione nella busta paga mensile sulla base di quanto riconosciuto come diritto da parte dell’INPS, ma esclusivamente per via telematica. Le strade sono due: i richiedenti possono presentare la domanda o direttamente tramite …

Indennità di accompagnamento: 517,84 euro per 12 mensilità, esente da IRPEF

L’indennità di accompagnamento è una prestazione di assistenza concessa dall’Inps e non reversibile, a cui hanno diritto gli invalidi civili con disabilità grave, residenti in Italia. Ne può usufruire chi per deambulare ha bisogno dell’aiuto permanente di un accompagnatore o chi, non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita, necessita di un’assistenza …