Il decreto Dignità è legge: ecco come cambia il contratto a tempo determinato

Per chi cerca maggiori informazioni su come sia cambiato il contratto a tempo determinato a partire da oggi, 31 ottobre 2018, con l’entrata in vigore del nuovo decreto Dignità, ecco le spiegazioni di Marco Calvetto, Patronato Acli, che sottolinea le novità della nuova legge come l’abbassamento dei possibili rinnovi, che passano da 6 a 4, …

Scuola e contributi Inps: la scadenza a fine anno

Sei un insegnante o comunque lavori nella scuola? Ultimamente la tua segreteria ti ha mandato una circolare dove ti inviata a verificare e, nel caso ci fossero problemi, a sistemare i tuoi contributi all’INPS entro fine anno? La cosa è meno complicata e meno urgente di quanto possa sembrare. Tutto parte da una variazione della prescrizione …

L’invalido riconosciuto può ottenere l’aumento dell’anzianità contributiva?

D: Sono un lavoratore invalido assunto con un contratto part-time. In che misura mi è riconosciuto l’aumento dell’anzianità contributiva?  R: Nei casi di rapporto lavorativo con contratto part-time orizzontale o verticale con attività svolta in alcuni giorni della settimana, la maggiorazione, ai fini del diritto, è riconosciuta per i periodi coperti da contribuzione e, ai …

Indennità di disoccupazione italiana e vuoi andare all’estero per cercare lavoro?

Sono sempre più numerosi coloro che, avendo perso il lavoro in Italia, percepiscono l’indennità di disoccupazione erogata dall’INPS (NASPI) e decidono di tentare la ricerca di una nuova occupazione all’estero. La normativa comunitaria permette questa possibilità, ma sono necessari degli adempimenti prima della partenza dall’Italia. La crisi dell’occupazione in Italia, che colpisce non solo i …

Mettiamo nel salvadanaio il TFR dei nostri collaboratori domestici

I lavoratori domestici, come stabilisce il contratto collettivo all’art. 40, hanno diritto al trattamento di fine rapporto, detto TFR. Il suo importo corrisponde, approssimativamente, all’ammontare delle retribuzioni percepite nell’anno (comprensive del valore convenzionale di vitto e alloggio), diviso per 13,5 ed incrementato dell’aumento del costo della vita, accertato ogni anno dall’ISTAT. Non è possibile frazionare …

L’accredito dei contributi figurativi Legge 104 è gratuito o a pagamento?

Chi usufruisce dei permessi di legge 104, per sè stesso o per l’assistenza ad un familiare con handicap in situazione di gravità, potrà godere di tre giorni di permesso retribuiti. Le assenze retribuite dal lavoro per assistere un familiare con handicap grave in base alla legge 104/1992, conosciute come permessi 104, sono coperte da contribuzione …

Naspi anticipata: un’opportunità per chi rimane senza lavoro

L’Inps ha previsto, come già aveva fatto con l’Aspi, uno strumento di supporto ulteriore e alternativo per coloro che si trovano in stato di disoccupazione involontaria. Si tratta della possibilità di richiedere l’erogazione della indennità Naspi in un’unica soluzione, nel caso in cui si intenda intraprendere, o proseguire, un’attività lavorativa di tipo autonomo o come …

Assegni al nucleo familiare: cosa fare in caso di azienda che abbia cessato l’attività o sia fallita?

Per poter beneficiare dell’assegno al nucleo familiare (ANF), i lavoratori dipendenti devono presentare domanda al proprio datore di lavoro, il quale, verificati i requisiti e determinato l’importo, provvederà ad erogare la prestazione per conto dell’INPS, compensandola poi con la contribuzione previdenziale dovuta. Questo criterio vale anche per eventuali richieste di arretrati, presentate dopo la cessazione …

Assistenza ad un familiare, congedo parentale prolungato e permessi sono cumulabili?

Quando ad avere bisogno di assistenza è il proprio bambino, terminati congedo di maternità e congedo parentale ordinario, il genitore lavoratore dipendente ha a disposizione varie forme di tutela. Spesso questi benefici sono alternativi tra di loro e i genitori sono chiamati a decidere quali siano i più adatti alle specifiche esigenze della propria famiglia. …