Licenziamento ingiusto: quali tutele dopo il Job Act?

Lavoro da 5 anni come barman. 15 giorni fa sono stato licenziato per riduzione del personale. Il bar però non è in crisi e credo che il mio licenziamento non sia giustificato. Cosa posso fare? Un lavoratore che voglia tutelarsi da un licenziamento che ritiene ingiusto deve come prima cosa impugnarlo. L’impugnazione è un atto …

Lotta alla povertà: da settembre c’è il SIA

Dal 2 settembre è aperta la procedura per richiedere la carta acquisti SIA, Sostegno per l’Inclusione Attiva, la misura di contrasto alla povertà prevista dalla Legge di Stabilità 2016 che estende a tutto il territorio nazionale la carta acquisti sperimentale già attuata negli ultimi anni nei soli 12 Comuni italiani con più di 250.000 abitanti. …

I permessi 104 nei contratti part-time

Sono un lavoratore disabile vorrei chiedere la trasformazione del contratto da tempo pieno a part-time. Di quanti permessi retribuiti ex legge 104 posso usufruire? Mi spettano in misura intera o ridotta? La risposta alla sua domanda varia a seconda che il part time sia orizzontale o verticale ed a seconda della modalità di fruizione dei …

Il diritto al part time dei malati oncologici o con patologie degenerative

La malattia non deve impedire al cittadino di essere soggetto attivo della società. Alcune patologie richiedono esami, terapie e controlli frequenti e debilitanti che spesso causano la perdita del lavoro per licenziamento o per dimissioni perché il carico di lavoro risulta troppo gravoso. Nella maggior parte dei casi ridurre l’orario di lavoro giornaliero o i …

30 giorni di congedo per cure

Gli invalidi civili cui sia stata riconosciuta un’invalidità superiore al 50% hanno la possibilità di fruire, ogni anno, di 30 giorni (anche non continuativi) di congedo per effettuare cure connesse al proprio stato invalidante. Si tratta di un congedo poco conosciuto e raramente utilizzato, che consente di assentarsi legittimamente dal posto di lavoro in caso …

L’ABC del preavviso

Le dimissioni sono l’atto con cui un lavoratore dipendente recede unilateralmente dal contratto che lo vincola al datore di lavoro, mentre il licenziamento è l’atto di recesso unilaterale del datore di lavoro. A tutela delle reciproche esigenze i CCNL disciplinano l’istituto del preavviso, un periodo che serve al lavoratore licenziato per iniziare la ricerca di …

I figli si ammalano sempre all’improvviso

Quando nascono i figli la vita cambia meravigliosamente e quando si ammalano cambia improvvisamente, sempre senza alcun preavviso! Chi non ha mai dovuto cambiare all’ultimo minuto i programmi o rinunciare ad un appuntamento? Che si fa? Si cambia.  Non a tutte le età La legge riconosce ai genitori lavoratori dipendenti il diritto ad assentarsi dal …

Al bando le dimissioni in bianco, al via le DIMISSIONI telematiche

A partire dal 12 marzo 2016 è necessario, in caso di dimissioni volontarie da parte del lavoratore ed in caso di risoluzione consensuale, che le dimissioni vengano inoltrate telematicamente tramite la procedura che il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali ha predisposto. Nell’area riservata del sito http://www.cliclavoro.gov.it/, inoltre è disponibile sul sito del Governo …

I contratti a progetto non ci sono proprio più?

Abbiamo dato l’addio ai Co.Co.pro., ma non a tutte le co.co.co. Una stretta decisa all’abuso dei contratti a progetto e delle pseudo collaborazioni: a decorrere dal 1° gennaio 2016, sono inquadrati dalla legge come veri rapporti di lavoro dipendente subordinato, «qualora la collaborazione consista, in concreto, in prestazioni di lavoro esclusivamente personali, continuative, di contenuto …

Il demansionamento dopo il jobs act

Lavoro in un’azienda di logistica. Il titolare mi ha detto che da marzo non lavorerò più come contabile, ma mi occuperò di commissioni generiche e quindi riceverò una paga più bassa. Può farlo? L’articolo 2103 del codice civile, modificato dal Jobs Act, disciplina le modifiche delle mansioni del lavoratore dopo la sua assunzione. La regola …